Il Parco Naturale Monte Corno

Il Parco Naturale Monte Corno: incantevoli boschi di larici e prati in fiore emanano il profumo della natura, al cospetto d’imponenti cime così vicine da poterle quasi sfiorare…il motto di questa regione è: Assaporate il piacere della natura! Già a metà aprile, lo scenario del Parco Naturale viene trasformato dal mite clima sub-mediterraneo in un incantevole mare di fiori. Questo clima particolare lo rende il luogo ideale per escursioni dalla fine di Aprile fino a metà Novembre.

In occasione delle vostre avventure nel Parco Naturale Monte Corno, paradiso degli escursionisti, potete scoprire numerosi igrotopi e lariceti. La flora e la fauna poste sotto tutela ambientale, come per esempio il pungitopo, il ramarro o gli esemplari sub-mediterranei come l’agrifoglio, fanno della vacanza all’insegna delle escursioni in Alto Adige un’esperienza indimenticabile.

In hotel, possiamo proporvi numerose escursioni alla scoperta del Parco Naturale Monte Corno.

A soli 10 minuti dal centro del paese, nel mezzo del bosco, trovate un percorso Kneipp predisposto nel 2014. Queste esperienza rilassante e rinfrescante vi permetterà di trovare un nuovo equilibrio interiore.

Godetevi un’oasi di relax lontana dal caos e dalla frenesia! Protetto dagli alberi del bosco, questo percorso permette di ritrovare l’equilibrio tra corpo e mente attraverso i ben noti benefici dell’acqua.

Scoprire il Geoparc Bletterbach / Rio delle Foglie: un tuffo nella storia della Terra

La gola del Bletterbach / Rio delle Foglie viene amorevolmente chiamata anche “Grand Canyon dell’Alto Adige”. Questa meta è, infatti, nel contempo un canyon, un parco dei divertimenti, un centro didattico e un monumento naturale. Le escursioni in questa gola e intorno al “Geoparc Bletterbach”, dichiarato dall’UNESCO patrimonio naturale dell’umanità, si trasformano in una speciale emozione, in un viaggio attraverso la storia millenaria del nostro pianeta.

Unico canyon in Europa, la gola del Rio delle Foglie in Alto Adige consente di farsi un’affascinante idea del Paleozoico. Con la realizzazione del centro visite e di un sentiero geologico-didattico dotato di tavole informative questa suggestiva gola è stata resa accessibile in modo interessante a un pubblico sempre più vasto.

Le rocce presenti al suo interno si sono formate milioni d’anni fa e, solo negli ultimi 15.000 anni, l’acqua dell’omonimo torrente che da Aldino, a sud-ovest di Bolzano, scorre per oltre 12 chilometri, ha scavato nel terreno un’imponente gola di oltre 400 metri, unica in Europa. Così, in questo luogo, escursionisti e famiglie con bambini, ma anche scienziati e geoturisti, hanno la possibilità di osservare da un punto di vista insolito lo sviluppo della terra e dell’uomo.